Friday, April 28, 2006

cocktails



Avevo il cuore nelle tasche
tra gli spiccioli
per la strada gli autocarri
e non si vedevano le stelle.
Avessi saputo cosa dire
ti avrei detto qualcosa
invece continuavo a preparare
cocktails dai nomi
di isole straniere

7 Comments:

Anonymous bombo! said...

le illustrazioni sono tue?

4/28/2006 8:17 PM  
Blogger Gianluca Costantini said...

Porto dei Santi
diario di viaggio

I disegni fatti in viaggio, pezzi di memoria condivisi...
http://portodeisanti.blogspot.com

4/29/2006 11:52 AM  
Blogger kiakkio said...

bombo, si, le illustrazioni sono mie, ho lavorato col pastello su fotografie sbiadite. ...fanno parte della scenografia dello spettacolo di cui parlavo qualche post più in giù.

4/29/2006 12:27 PM  
Blogger perec said...

... mi piacciono le parole. tanto.

4/29/2006 12:40 PM  
Blogger kiakkio said...

...ero in un bar un po' triste, in periferia. il ragazzo al banco stava preparando un cocktail ad una ragazza che gli stava seduta davanti e lo fissava. mi sembrava che si stessero parlando senza dirsi niente. Loro non si sono accorti di me e io mi sono sentito inopportuno, volevo quasi uscire per non rompere quell'equilibrio dolce. Poi ho visto il tabellone del menù, e i cocktails avevano tutti i nomi di paesi, spiagge e isole tropicali, o almeno lontanissime... nel bel mezzo di un angolo grigio di periferia.

4/29/2006 12:53 PM  
Blogger perec said...

è che le storie arrivano così. quando incontri i protagonisti e resti distante, loro non sanno che li senti parlare e che le loro storie ti restano addosso. che bell'immagine, questa del bar...

ti ho scritto qualche consiglio di scrittura, oooooopsss, lo trovi di seguito al tuo commento da me. ho letto e pigreggiato, potevo tranquillamente venire a dirtelo di qua.
ma che vuoi... sono a corto di neuroni. è sabato, e willy fa il salmone.

4/29/2006 2:37 PM  
Anonymous bombo! said...

hanno un bel sapore france...

4/29/2006 9:56 PM  

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home